Centri associati

Bologna – Casa delle donne per non subire violenza Onlus

L’origine dell´associazione risale al 1985, con la costituzione di un gruppo di donne che si incontrava presso il Centro di documentazione delle donne di Bologna. In seguito, il gruppo si è orientato verso il progetto di realizzare una casa rifugio per donne maltrattate. La Casa delle donne per non subire violenza ha aperto i battenti nel 1990, in seguito alla stipula, da parte dell’associazione di una convenzione triennale con il Comune e la Provincia di Bologna che ne finanziava l’attività. La Casa delle donne per non subire violenza lavora nell’accoglienza delle donne, ospitalità delle donne e dei minori, nella formazione, prevenzione, sensibilizzazione. Ha il progetto “Oltre la strada” che si occupa della tratta e della prostituzione coatta.

Indirizzo: Via dell’Oro 3 – Bologna – tel. 051- 333173, fax 051- 3399498 – casadonn@women.it – http://www.casadonne.it

Bologna – SOS Donna- Una linea telefonica contro la violenza

Sos Donna è un’associazione di volontariato composta da 18 donne, tra cui due avvocatesse e una psicologa. L’Associazione nasce nel 1989 a Bologna e oggi è sita nel quartiere Saragozza. E’ impegnata in attività sia di intervento diretto a favore delle donne che vivono momenti di forte disagio/difficoltà sia di studio e di conoscenza del problema della violenza attraverso l’attivazione di una linea telefonica mediante la quale non si intende solo dare una risposta ai bisogni manifestati dalle donne fornendo loro informazioni, consulenze psicologiche e legali e ai contatti con le risorse disponibili sul territorio, ma continuare ad attivarsi in un’azione di prevenzione del fenomeno.
Alcune volontarie dell’Associazione dal 2006 operano all’interno del Cie nell’ambito del Progetto Sociale seguendo donne vittime della tratta attraverso un Sportello di aiuto psicologico, un percorso di accompagnamento rispetto all’accesso ai programmi di protezione sociale, al permesso di soggiorno per motivi umanitari e al rimpatrio forzato.  Le volontarie collaborano con i mediatori linguistici e culturali della struttura e con gli operatori della pubblica sicurezza.
Altre volontarie invece sono impegnate nella linea telefonica: esse rispondono al telefono, seguono periodicamente corsi di aggiornamento/formazione sulle dinamiche comunicative e mantengono rapporti di collaborazione con psicologhe, assistenti sociali dei servizi pubblici cittadini.

L’associazione dispone di un numero fisso 051434345 e di un numero verde 800 453 009, fax 051434972

La linea telefonica è aperta nei seguenti giorni e orari:
Orari di ascolto telefonico: lunedì h 20–23; mercoledí h 10-12; venerdì h 15-17 (Tel. 051.434345 – 800.453009) – Orari dal 1° luglio al 31 agosto: lunedì h 20-22.30; giovedì h 15-17 – Consulenza legale dal lunedì al giovedì h 15.30-18.30 (Tel. 345.5909708) – http://www.sosdonnabologna.weebly.com

Faenza – Associazione SOS Donna

L´Associazione SOS Donna, Centro di Accoglienza per donne maltrattate o/e in stato di temporanea difficoltà, è nata a Faenza  l´8 Marzo 1994. Si occupa di fornire un servizio di prima accoglienza, sostegno economico e legale a donne che si trovano in uno stato di temporanea difficoltà, che hanno subito o subiscono violenza. Dal 2000 è in atto una convenzione con il Comune di Faenza per l´attivazione del Servizio Fe.n.ice. (Female Network Service), Centro di ascolto e di orientamento a nuovi progetti di vita per donne vittime di violenza. Dal 2015 e’ aperto un nuovo punto di ascolto a Riolo Terme presso la sede del Municipio. E’ inoltre attivo un servizio Emergenza H24 per le donne che si rivolgono alle Forze dell’Ordine e al Pronto Soccorso. L’associazione dispone di due case rifugio, una casa di pronta emergenza e una casa per l’autonomia.

Orari di apertura della sede di Faenza: lun e ven: dalle 14,30 alle 18,30; mar-mer-gio dalle 9.00 alle 13.00
Orario di apertura della sede di Riolo Terme: mer dalle 14.00 alle 17.00

Indirizzo: Via Laderchi 3 – Faenza (RA) – tel-fax 0546- 22060
Indirizzo: Via Aldo Moro 2 – Riolo Terme (RA) – tel 0546-77410
info@sosdonna.com – http://www.sosdonna.com/

Ferrara – Centro Donna Giustizia

L’associazione Centro Donna Giustizia, organizzazione di volontariato fondata nel 1992 dall’esperienza dell’UDI di Ferrara, nel 2009 assume la forma giuridica di Associazione di Promozione Sociale. Nel corso del tempo ha ampliato i propri interventi: è partita dalla consulenza legale che è stata affiancata dal Telefono Donna e dalla consulenza psicologica. Dal 2000 ha aperto una casa di accoglienza per donne che vogliono uscire dalla tratta e nel 2001 una casa rifugio per donne con o senza figli/e che vogliono uscire da situazioni di violenza intrafamiliare e sempre nello stesso anno è partito anche il progetto Unità di strada, per il monitoraggio della prostituzione.

Indirizzo: Area Violenza (sede legale), via Terranuova, 12/b, Ferrara – tel. e fax. 0532-247440, tel. 0532-410335 – donnagiustizia.fe@libero.it

Area Tratta, via Balboni 4, Ferrara, tel. 0532 790978 fax 0532 1911421 – info@olas.it

www.associazioni.comune.fe.it/44/centro-donna-giustizia

Lugo – Demetra donne in aiuto

L’associazione Demetra é stata fondata a Lugo, il 25 luglio del 2005 si occupa del problema della violenza e del maltrattamento familiare nei confronti delle donne. Le donne possono contattare l’associazione telefonicamente per prendere un appuntamento o recarsi direttamente nelle giornate di apertura, troveranno delle donne pronte ad accogliere. A Demetra una donna che subisce violenza può chiedere sostegno ed aiuto attraverso colloqui individuali, partecipare a gruppi condividendo la propria esperienza con altra donne; può chiedere consulenze legali, e psicologiche. L’associazione si occupa anche di progetti di informazione sul problema della violenza alle donne con incontri pubblici, convegni, seminari, laboratori nelle scuole medie e superiori, e realizza anche progetti di sensibilizzazione. Opera in rete con le forze dell’ordine, i servizi sociali, le altre associazioni di volontariato del territorio. L’associazione dal 2006 svolge il Progetto di ospitalità in emergenza e dal 2014 ha aperto una Casa Rifugio ad indirizzo segreto per donne con o senza figli/e che vogliono uscire da situazioni di violenza e/o maltrattamento familiare o extrafamiliare.

Demetra donne in aiuto: Corso Garibaldi, 116 – 48022 Lugo; tel e fax 054527168;
Apertura: lunedì dalle 10.00 alle 12.00 / martedì’, mercoledì e giovedì dalle 9.00 alle 12.00 / venerdì dalle 15.00 alle 18.00. In altri orari é attiva 24h una segreteria telefonica

mail: demetradonneinaiuto@virgilio.it – demetradonne.it

Modena – Associazione Casa delle donne contro la violenza

Nasce nel 1990 e dal 1991, grazie anche alla convenzione firmata con il Comune di Modena, è operativo il Centro per donne che hanno subito violenze. Lo scopo del Centro è quello di accogliere, ascoltare e sostenere le donne che hanno subito violenza. Dall’anno di apertura ad oggi, si sono rivolte al Centro circa 1.500 donne con problematiche di diversa natura, in primo luogo la violenza – soprattutto intrafamiliare – ma anche il disagio. Molte donne sono state ospitate, spesso con i loro bambini, nei due case-rifugio che il Centro gestisce dal 1991.

Indirizzo: Via del Gambero – Modena – tel. 059- 361050, fax 059- 361369 – most@donnecontroviolenza.it – http://www.donnecontroviolenza.it

Parma – Associazione Centro antiviolenza 

Il Centro Antiviolenza è un’associazione di volontariato fondata e gestita da un gruppo di donne nel 1985 e divenuto operativo nel 1991. Al Centro può rivolgersi ogni donna che abbia subito o stia subendo violenza in qualsiasi forma essa venga attuata. Le donne possono accedere al centro attraverso diversi livelli di accoglienza: il Centro d’Accoglienza situato in vicolo Grossardi 8, Parma; il CAVS (centro assistenza violenza sessuale) situato all’interno dell’Ospedale Maggiore di Parma presso il padiglione Rasori (è attivo il numero verde 800 090 258 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 21.00); il Punto d’Ascolto a Fidenza. L’associazione gestisce anche quattro case di ospitalità per donne vittime di violenza ed i loro figli/e: una Casa Rifugio ad indirizzo segreto per accogliere donne in imminente pericolo, con o senza figli/e, che hanno bisogno di un luogo protetto in cui intraprendere con maggiore tranquillità un percorso di allontanamento emotivo e materiale dalla relazione violenta; una Casa d’accoglienza per le donne in temporanea difficoltà a causa della violenza subita, con o senza figli/e, che per raggiungere l’autonomia hanno bisogno di un periodo di ospitalità in un luogo a loro dedicato; due Case di emergenza, attivabili 24 ore su 24, dove vengono accolte donne in immediato pericolo, per una permanenza massima di alcune settimane, al termine delle quali le donne possono accedere in una delle altre case per ricostruire un percorso di autonomia.

Indirizzo: Vicolo Grossardi 8 – Parma – tel. 0521- 238885, fax 0521- 238940 – acavpr@libero.it – http://www.acavpr.it/

Piacenza – Telefono Rosa Piacenza – Associazione Città delle donne 

Il centro fornisce alla donne vittime di violenza di genere informazioni e supporto a 360 gradi. 

Modalità di accesso: dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.30; è inoltre attivo un servizio di segreteria telefonica 24 ore su 24. 

Il servizio Centro Antiviolenza, gestito dall’Associazione “La Città delle Donne” – Telefono Rosa Piacenza, garantisce alle donne vittime di violenza i seguenti servizi a titolo gratuito: Ascolto: colloqui telefonici e preliminari presso la sede per individuare i bisogni e formire le prime informazioni utili; Accoglienza: garantire un luogo protetto, finalizzato ad elaborare un progetto personalizzato di uscita dalla violenza; Assistenza psicologica: supporto psicologico individuale o anche tramite gruppi di auto mutuo aiuto, anche utilizzando le strutture ospedaliere e i servzi territoriali; Assistenza legale: colloqui gratuiti di informazione e orientamento, supporto di carattere legale sia in ambito civile che penale, informazioni e aiuto per l’accesso al patrocinio gratuito in tutte le fasi del processo; Orientamento al lavoro attraverso informazioni e contatti con i servizi sociali e con i centri per l’impiego per individuare un percorso di inclusione lavorativa verso l’autonomia economica; Orientamento all’autonomia abitativa attraverso convenzioni e protocolli con enti locali e altre agenzie.

Il Centro Antiviolenza è impegnato anche ad organizzare azioni di sensibilizzazione sul territorio per la diffusione di una cultura contro la violenza di genere. Oltre al potenziamento del Centro Antiviolenza, è stato ampliato il servizio Casa Rifugio che da 5 posti è passato a 17 posti letto, a copertura delle tre fasi di accoglienza residenziale necessarie alla definizione di progetti mirati di aiuto alle donne vittime di violenza che devono allontanarsi dal luogo di residenza. E’ attiva la reperibilità per l’attivazione di interventi in emergenza con cellulare dedicato alle FF.OO e ai Servizi Ospedalieri negli orari di chiusura del centro e nei giorni festivi. Gli interventi di ascolto e accoglienza hanno valenza provinciale.

Indirizzo: Stradone Farnese, 22 – 29121 Piacenza – TEL.: 0523.334833 – telefonorosapiacenza@libero.it

Ravenna – Linea Rosa Onlus

Linea Rosa è un’associazione di volontariato, nata il 2 dicembre del 1991, che offre servizi gratuiti a difesa e sostegno delle donne in difficoltà, che subiscono o che hanno subito violenza psicologica, economica, fisica, sessuale, assistita, mobbing e stalking. Il sostegno che Linea Rosa fornisce alle donne parte da colloqui individuali con supporti adeguati di ordine psicologico e/o  legale e, nelle situazioni più gravi, si offre ospitalità, alle donne e i loro figli, nelle quattro Case rifugio che l’associazione gestisce, attivando progetti specifici nei confronti dei minori in particolare “l’osservazione dei minori” e “sostegno alla genitorialità”. Dal 2000 Linea Rosa ha attiva una convenzione con il Comune di Ravenna che si rinnova ogni 6 anni. Linea Rosa collabora in rete con i servizi sociali del territorio, la Questura, i carabinieri, il Tribunale, le associazioni di volontariato, e dal 2008 è socia fondatrice della rete nazionale dei centri antiviolenza D.i.Re.

Ravenna : Telefono e fax.: 0544/216316 – Indirizzo: Via Mazzini 57/A 48100 Ravenna – Orari di apertura : dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19, sabato dalle 9 alle 15 e domenica dalle 12 alle 18.

www.linearosa.it; e-mail: linearosa@racine.ra.it

Russi : dal gennaio 2002 è attivo presso il Comune di Russi in Via Giordano Bruno 21, il servizio di prima accoglienza rivolto a donne in difficoltà o che subiscono violenza aperto il martedì dalle 9 alle 13 – Tel. 0544-583901 – linearosa.russi@racine.ra.it Negli altri orari le telefonate vengono dirottate al centro di prima accoglienza di Ravenna.

Cervia : dal mese di giugno 2009 è attivo presso lo Spazio Donna del Comune di Cervia in Via Mazzini 40 il servizio di prima accoglienza rivolto a donne in difficoltà o che subiscono violenza aperto il lunedì dalle 15 alle 18 – Tel. 0544-71004 – linrearosa@comunecervia.it – Negli altri orari le telefonate vengono dirottate al centro di prima accoglienza di Ravenna.

Reggio Emilia – Associazione NonDaSola

Nasce nel 1995 da un gruppo di donne che si costituiranno in associazione onlus l’anno dopo, con l’obiettivo di costruire progetti ed iniziative finalizzate a contrastare ogni forma di violenza maschile contro le donne. L’Associazione ha lo scopo di valorizzare la soggettività femminile, promuovere il confronto tra donne di diverse nazionalità, provenienza e culture; approfondire la riflessione, la ricerca e il dibattito su ogni situazione di ostacolo all’autonomia e alla libertà femminile, riconoscendo la natura strutturale della violenza contro le donne. Dal maggio 1997 “Nondasola” gestisce l’attività della Casa delle donne, in convenzione con il Comune di Reggio Emilia. Offre a tutte le donne che ad essa fanno riferimento colloqui di accoglienza, consulenze legali, di orientamento al lavoro e ospitalità temporanea nella casa rifugio, a partire dalla relazione fra donne e dalle competenze e conoscenze maturate all’interno dei centri  antiviolenza. Dal 1999 Nondasola incontra ragazzi e ragazze nelle scuole per un’azione di prevenzione che vede come presupposto la messa a critica della disparità di potere tra i sessi.

Indirizzo: Via Melegari, 2/1 – Reggio Emilia – tel. 0522-585643-44, fax 0522-920882. E-mail: info@nondasola.it – http://www.nondasola.it/

Rimini – ROMPI IL SILENZIO

L’Associazione di volontariato “Rompi il silenzio” ONLUS nasce a Rimini il 26 ottobre 2005. Fondata da un gruppo di donne, dalla loro particolare sensibilità , dalla voglia di lavorare per le donne in difficoltà, dal desiderio di realizzare un luogo dove le donne che subiscono violenza possano rivolgersi liberamente, sapendo di essere comprese ed aiutate, prefiggendosi come scopo quello di esprimere pieno appoggio e solidarietà alle donne che attraversano momenti di disagio e di difficoltà o che subiscono violenze fisiche, psicologiche, sessuali od economiche.

Indirizzo: presso la CGIL di Rimini, via Caduti di Marzabotto n.30 Rimini (nel piano delle associazioni), per informazioni e colloqui chiamare: dal Lunedì al Venerdi dalle ore 15.00 alle ore 19.00 al 346-5016665. Alla sede si accede solo su appuntamento.

E – mail: rompiilsilenzio@virgilio.it – http://www.rompiilsilenzio.org/

Carpi – Centro Vivere Donna Onlus

L’Associazione VivereDonna nasce a Carpi nel 2008 grazie al sostegno dell’Unione Donne in Italia e dall’esigenza di un gruppo di donne provenienti da realtà diverse fra loro, ma con un intento comune; istituire un luogo di accoglienza per donne che subiscono violenza nelle relazioni di intimità, si iscrive all’albo regionale delle Onlus nel 2010 con la denominazione “Centro VivereDonna onlus”. Le operatrici volontarie che operano all’interno del Centro sono formate secondo i criteri e le linee guida dei Centri Antiviolenza, ogni colloquio di sostegno individuale, è gestito con sensibilità e competenza in un ambiente protetto.E’ componenente della Rete dell’Unione Terre d’Argine a contrasto della violenza contro le donne e aderisce al Protocollo Operativo per l’attuazione di azioni concrete in caso di emergenza. Ha sottoscritto una Convenzione con i Comuni delle Terre d’Argine per l’accoglienza in appartamento protetto, in situazioni di emergenza di donne che subiscono violenza.

Attività: accoglienza, ascolto e sostegno, colloqui individuali, consulenza legale, Informazione e collegamento con i servizi della rete operanti sul territorio dell’Unione delle Terre d’Argine (Carpi, Campogalliano, Soliera, Novi di Modena), promozione di iniziative di sensibilizzazione e prevenzione, conferenze e seminari.

Indirizzo: Carpi: Via Don Sturzo n°21 Tel. 059 653203 cell.3385793957 – Campogalliano: Via Mattei n°15/4 Tel. 059653203 cell.3334672782

E – mail: viveredonna@gmail.com – Pagina facebook: /pages/Vivere-Donna-onlus-Centro-ascolto-antiviolenza http://www.viveredonna.org/

Imola – Trama di terre

Il Centro Antiviolenza nasce nel 2012 e si avvale dell’esperienza e delle competenze di una equipe di operatrici provenienti da diversi Paesi, formate nel contrasto alla violenza di genere in ottica interculturale e da avvocate esperte anche nel diritto di famiglia dei Paesi di origine delle migranti.  Il Centro Antiviolenza di Trama di Terre è uno spazio protetto e non giudicante che offre sostegno per elaborare percorsi consapevoli e autodeterminati di uscita dalla violenza, valorizzando le risorse e la specificità di ognuna. Questo servizio è rivolto a donne e ragazze, italiane e straniere, e ai loro figli e figlie, che subiscono o assistono a violenza fisica, sessuale, psicologica, economica, stalking, cyber-stalking, legata a pratiche tradizionali o altre limitazioni della libertà personale.

E’ possibile accedere al centro presentandosi direttamente presso la nostra sede in via Aldrovandi 31, Imola, o telefonando al numero 393 5596688, attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17. L’associazione garantisce l’assoluta privacy e la gratuità del servizio.

E-mail: antiviolenza@tramaditerre.org – http://www.tramaditerre.org – Facebook: https://it-it.facebook.com/centroantiviolenzaditramaditerre

Bologna – UDI (Unione Donne in Italia)

Nasciamo nel  nel 1944 nella Resistenza, dal  1996 siamo  associazione e oggi  APS  attive nella città di Bologna e sul territorio metropolitano per: promuovere, sostenere e diffondere il principio di autodeterminazione della donna in ogni campo, anche attraverso la realizzazione di qualsiasi intento atto a concretizzare l’accesso delle donne ai beni comuni del lavoro, della salute, della cultura, della libertà, fornendo sostegno morale, psicologico, legale e giuridico a tutte le donne vittime di violenze e di discriminazioni. Offriamo: ascolto, informazione, accoglienza telefonica e  personale, sostegno e protezione delle donne  in tutte le forme di violenza, stalking e maltrattamenti dentro e fuori la famiglia. Operiamo attraverso la rete integrata con associazioni e istituzioni ed in ottemperanza agli Accordi e Protocolli concordati sul territorio. Forniamo consulenza legale gratuita e psicologica e accompagnamo le donne nel difficile percorso di uscita dalla violenza e di giustizia. Interveniamo per l’affermazione dei diritti delle donne  in famiglia, convivenza, per la tutela dei figli  minori, gestione delle relazioni conflittuali e nel lavoro nonché per  tutti gli aspetti che attengono l’affermazione dell’autodeterminazione e della valorizzazione dei saperi delle donne. Ci costituiamo parte civile nei processi per femminicidio e contro le discriminazioni di genere. 

Indirizzo: via Castiglione, 24 – Bologna. Punto di ascolto con operatrice dal lunedì al venerdì, orari: 9-12 e 15-17  Tel. 051 232313 (attivo con reperibilità 24H, compreso i festivi – aderiamo alla rete nazionale del 1522)

Sportelli UDI donna e famiglia con la presenza di un’avvocata nei seguenti comuni della città metropolitana: Bazzano, Casalecchio di Reno, Castello di Serravalle, Crespellano, Monte San Pietro, Monteveglio, Sasso Marconi, Zola Predosa (tel. a Zola Predosa: 051 6161749 – tel. a Sasso Marconi: 051 843536)

Presso lo sportello sociale dei Comune di: San Lazzaro di Savena (tel: 051 6228255 – anche per i comuni di Loiano, Monghidoro, Monterenzio e Pianoro); Ozzano dell’Emilia (tel. 051 791385)

Presso la sede UDI di San Giovanni in Persiceto: sportello e punto di ascolto con operatrice (tel. 051 825272) attivo anche per i comuni di: Anzola dell’Emilia, Caldera di Reno, Crevalcore, Sala Bolognese, Sant’agata Bolognese 

Sportello Donna dei comuni di: Argelato, Baricella, Bentivoglio, Budrio, Castel Maggiore, Castello D’Argile, Castenaso, Galliera, Granarolo, Malalbergo, Minerbio, Molinella, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale (presso l’Ufficio di Piano del Distretto Pianura Est – per appuntamento telefonare al numero: 051 8904862)

E-mail: udibo@libero.it – http://www.udibologna.it – Facebook: udibologna

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *