24 GIUGNO 2019: UN CALCIO ALLA VIOLENZA

Lunedì 24 giugno 2019

UN CALCIO ALLA VIOLENZA

Il Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna esprime solidarietà alle calciatrici della nazionale femminile e condanna gli attacchi sessisti

La nazionale maschile di calcio non si è qualificata agli ultimi mondiali, la nazionale femminile non solo si è qualificata ai mondiali 2019, ma è prima nel suo girone, dimostrando talento, passione e professionalità. Che trattamento stanno ricevendo le atlete azzurre per questo successo? Scarsa visibilità mediatica, nessuna o quasi autorità sugli spalti, una “partecipazione” e un interesse per niente paragonabili a quelli che ricevono gli Azzurri. 

Come se questo non bastasse, ad attendere le atlete dopo ogni partita una triste sequela di commenti sessisti, battute sgradevoli, commenti denigratori, insulti. L’ultimo caso, lo scorso mercoledì: lo squallido post su Facebook di Cristian Panarari, ex consigliere comunale a Reggio Emilia ed ex portavoce del Movimento 5 Stelle, che commenta la foto di una giocatrice facendo una chiara allusione sessuale. Il post ha richiamato l’attenzione anche della vicepresidente della Camera, Maria Edera Spadoni, anche lei M5S, che ne ha chiesto l’espulsione dal partito. more “24 GIUGNO 2019: UN CALCIO ALLA VIOLENZA”

31 MAGGIO: PER PARLARE DI VIOLENZA CI VUOLE COERENZA

Venerdì 31 maggio 2019

PER PARLARE DI VIOLENZA CI VUOLE COERENZA

Il Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna esprime sconcerto per il convegno sul femminicidio organizzato a Imola dal SAP

Il prossimo lunedì 3 giugno, a Imola, nell’ambito del congresso regionale SAP (Sindacato Autonomo di Polizia), si svolgerà un convegno intitolato “STALKING-ATTI PERSECUTORI-FEMMINICIDIO”. Temi su cui sicuramente è utile e doverosa una riflessione interna al Corpo di Polizia, un aggiornamento e una formazione costanti. Tuttavia, non basta nominare il femminicidio nel titolo di un convegno per affrontare seriamente il fenomeno.

Il Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna ha sempre sottolineato la necessità di un lavoro congiunto con le istituzioni per contrastare la violenza sulle donne. Da tempo si è creato un rapporto di collaborazione fra Forze dell’ordine e centri antiviolenza, che riconoscono il ruolo importante di poliziotti e carabinieri nell’accoglienza e nella prevenzione e che per questo hanno sviluppato percorsi di formazione dedicati proprio alle Forze dell’ordine. more “31 MAGGIO: PER PARLARE DI VIOLENZA CI VUOLE COERENZA”

Dati

I dati sulle donne accolte dai centri antiviolenza della nostra Regione sono raccolti dal Gruppo Osservatorio del Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna. more “Dati”