16 APRILE 2018: TENTATO FEMICIDIO NEL MODENESE.

Lunedì 16 aprile 2018

TENTATO FEMICIDIO NEL MODENESE

Il Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna sull’ultimo caso di violenza sulle donne in regione

A Medolla, nel Modenese, un uomo di 65 anni ha ferito gravemente la moglie, Nadia Sgarbi, e poi ha tentato di togliersi la vita. La donna è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Baggiovara. Si tratta del secondo tentato femicidio in regione, dopo il caso di Castell’Arquato.

Sulla stampa si legge che il movente è da ricercare nel “carattere difficile dell’uomo”, segnato da periodi di vera “depressione”. Ancora una volta il Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna rileva un atteggiamento giustificatorio nei confronti dell’uomo violento da parte dei media.

Il “movente” della violenza sulle donne resta sempre lo stesso: una cultura di prevaricazione che non riconosce le donne come persone, che si traduce in storie di violenza che possono durare anni e che ha come apice la violenza estrema, il femicidio, quando alle donne non viene riconosciuto nemmeno il diritto di vivere.

Purtroppo il copione delle storie di violenza si ripete con dinamiche note: al femicidio, o tentato femicidio, segue il suicidio o tentato suicidio dell’uomo. Solo un lavoro di prevenzione che agisca nelle pieghe profonde della nostra società, che sostituisca una cultura del rispetto alla cultura della sopraffazione, può interrompere questa catena senza fine di copioni che si ripetono tutti uguali. Dinamiche che si ripetono identiche dal Nord al Sud Italia, perché la violenza sulle donne è trasversale a ceto sociale, appartenenza culturale, livello economico.

I media giocano un ruolo importante in questo lavoro culturale perché una narrazione corretta del femminicidio e del femicidio contribuisce a sradicare stereotipi di genere e a far emergere le discriminazioni a cui ancora le donne sono soggette nel nostro paese.

Coordinamento dei Centri Antiviolenza dell’Emilia-Romagna

Referente per la stampa:

Valentina Reggiani

+39 334 606 9788


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *